Silvia Chiassai Martini Presidente della Provincia di Arezzo, torna alla carica sulla assoluta necessità di re-istituzionalizzare la Soprintendenza nella Provincia di Arezzo con una sede propria ed autonoma e di potenziarla con figure professionali ormai numericamente carenti da anni, per la tutela ed il presidio del grande patrimonio storico artistico presente nel vasto territorio

La Provincia di Arezzo è riuscita a risolvere le numerose difficoltà relative al Tpl garantendo il servizio grazie ad una proficua collaborazione con tutti i dirigenti scolastici delle scuole superiori. Vallata per vallata, scuola dopo scuola, incrociando i dati storici con quelli relativi alle nuove iscrizioni degli alunni, la Provincia di Arezzo è riuscita a dare una risposta reale e concreta. Un lavoro che inizia da

Silvia Chiassai Martini Presidente della Provincia dichiara : “Un tema delicato e poco affrontato in modo concreto, per questo mi complimento con UGL per aver messo a segno un altro obiettivo importante, ovvero l’aggiudicazione di un bando europeo per il progetto “P.UN.T.A.C.CAPO.” dedicato alla prevenzione e al contrasto dello sfruttamento lavorativo in agricoltura degli immigrati e la loro integrazione nel territorio nazionale; come Presidente della Provincia di Arezzo non posso che ringraziare per aver scelto il nostro territorio a livello regionale. Un progetto che mira a combattere una delle grosse piaghe della società contemporanea, quella del caporalato, un fenomeno fatto di illegalità e dello sfruttamento di tanti stranieri che entrano nel nostro territorio per lavorare. Troppo spesso si parla di integrazione ma non esiste un vero piano di gestione del fenomeno sotto molti profili. La filiera agroalimentare è settore produttivo strategico sia a livello nazionale che per la nostra Provincia che vanta prodotti di eccellenza. Ringrazio ancora una volta UGL che ha riportato all’attenzione questo problema e per aver scelto la Provincia di Arezzo per la Toscana, per sviluppare un progetto finanziato con i fondi europei per contrastare lo sfruttamento, che possa diventare un modello da applicare in tutto il Paese.”

 

La Provincia di Arezzo, in accordo con la Regione, chiede l’assegnazione di 11,2 milioni di euro per la realizzazione del nuovo ponte e della viabilità alternativa,per poi provvedere al restauro dell’opera del 1200, nota come ‘il ponte della Gioconda’, che oggi versa in

La Provincia di Arezzo nonostante il periodo di ferie non si ferma e continua a lavorare assiduamente per portare avanti il progetto su Ponte Buriano.

Silvia Chiassai Martini Presidente della Provincia di Arezzo dichiara :Da oltre un anno ci siamo impegnando per dare risposte certe ai cittadini e aziende che transitano su Ponte Buriano; in queste

Questo sito NON utilizza cookies di profilazione, utilizza invece cookies tecnici e di terze parti. Per conoscere quelli utilizzati e la loro disabilitazione consulta l'Informativa completa. Cliccando su Accetto o proseguendo nella navigazione del sito (click, scroll, etc.), presti automaticamente il consenso al loro utilizzo.