Silvia Chiassai Martini: “Siamo pronti per partire con il concorso per la progettazione del nuovo ponte e la viabilità alternativa; sarà un progetto di respiro internazionale grazie alla collaborazione del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori”.
La Presidente della Provincia è soddisfatta per la firma dell’accordo con il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori che supporterà gratuitamente tutta la fase della progettazione che ruota intorno all’area di Ponte Buriano. Il concorso permetterà alla Provincia di acquisire un progetto con livello di approfondimento pari a quello di un progetto di fattibilità tecnica ed economica per la realizzazione di una viabilità alternativa di collegamento tra Arezzo e la zona del Valdarno Superiore, in sostituzione dello storico Ponte Buriano che verrà liberato definitivamente dal traffico veicolare.
La Presidente dichiara : “Ringrazio il Consiglio Nazionale degli Architetti, per questa grande opportunità di collaborazione verso il territorio che amministro, che permetterà di attuare il migliore strumento per garantire la qualità del progetto, in linea con le più avanzate esperienze internazionali. Un modello che rappresenterà non solo un momento di crescita sui temi dell’architettura e della trasformazione delle realtà urbane e territoriali, ma anche l’occasione per individuare e scegliere i migliori progettisti di respiro internazionale. Sarà un concorso a procedura aperta, che verrà pubblicato sia in Italia che all’estero utilizzando la piattaforma informatica - [ http://www.concorisawn.it/ | www.co ] [ http://www.concorisawn.it/ | ncorisawn.it ] – messa gratuitamente a disposizione da CNAPPC. La Provincia di Arezzo preciserà temi, obiettivi e budget del bando, mentre CNAPPC fornirà la propria consulenza nella stesura del concorso di progettazione. Una giuria composta da esperti che giudicherà i progetti e selezioneranno il vincitore del concorso a cui sarà affidata le fasi successive della progettazione. Sono certa che il nuovo ponte entrerà nei libri di storia dell’arte e non solo.”


Questo sito NON utilizza cookies di profilazione, utilizza invece cookies tecnici e di terze parti. Per conoscere quelli utilizzati e la loro disabilitazione consulta l'Informativa completa. Cliccando su Accetto o proseguendo nella navigazione del sito (click, scroll, etc.), presti automaticamente il consenso al loro utilizzo.